I.S.I.S. Dante Alighieri Gorizia




Home  arrow  Liceo Scientifico  arrow  Lab. di Scienze

Liceo Scientifico
"Duca degli Abruzzi"
di Gorizia

Logo

Laboratorio di Scienze Nat. (Biologia, Chimica, Scienze della Terra, Astronomia)



a.s.  2021 - 2022  -  i docenti di Scienze Nat.:
Lucia Battiston    Monica Magnarin   Giovanni Aglialoro
Terra

Omeka logo piattaforma Omeka
per le collezioni del Liceo
(minerali, strumenti, ecc.)


Radioastronomia: studiare il cosmo con altri occhi.

Presentazione del prof. G. Aglialoro al Caffè delle Scienze, 9 feb 2018


Scoperta una supernova da Marco Russiani, nostro amico, collaboratore ed ex-allievo del Duca !

Marco Russiani

Nella notte tra il 18 e 19 agosto, l'astrofilo friulano Marco Russiani, durante una nottata al suo telescopio di Campolongo (UD) ha scoperto una supernova, ossia la comparsa di una nuova stella nel cielo notturno.
In realtà il fenomeno è dovuto alla fase finale della vita di una stella, situata in una lontanissima galassia posta a circa 340 milioni di anni luce da noi, che ha portato l'astro prima a contrarsi e poi ad esplodere in maniera rapida e violenta tanto da essere registrata, per qualche giorno, come una nuova stellina del firmamento notturno.
Data la sua lontananza la stella non è visibile ad occhio nudo e solo telescopi amatoriali evoluti o grossi telescopi professionali possono riprendere l'oggetto celeste.
La conferma della scoperta di Marco è arrivata, entro poche ore dalla sua segnalazione, addirittura dall'ESO (European Southern Observatory – Osservatorio Europeo dell'emisfero Sud ) che utilizzando un grosso strumento che si trova in Cile, nell'emisfero australe, ha potuto confermare la presenza, nella lontana galassia indicata come ospite e dal nome 'in codice' di PGC 1311562,  di una esplosione di Supernova di tipo IIb, un oggetto abbastanza raro tra la famiglia delle Supernovae.
 
Il telescopio NTT dell'ESO ha uno specchio primario (obbiettivo dello strumento) di ben 3,6 (tre virgola sei) METRI di diametro, mentre il telescopio amatoriale che ha effettuato la scoperta ha uno specchio di soli 25 (venticinque) CENTIMETRI!
 
Sebbene non unico tra gli astrofili italiani ad aver scoperto una Supernova, ugualmente c'è tanta soddisfazione per Marco Russiani, che ha riferito di come la scoperta sia stata davvero molto fortunata, date le poche probabilità di scoprire un simile debolissimo oggetto celeste senza ausilio di grosse apparecchiature robotizzate ma con tanta  pazienza e intuizione!  Doti, queste ultime,  ancora molto “umane”!
 
 
Web / Reference:

Paternità della segnalazione/scoperta di M.Russiani:    https://wis-tns.weizmann.ac.il/object/2017gfh/discovery-cert
    Dettagli:  https://wis-tns.weizmann.ac.il/object/2017gfh
 

    FOTO_01 – Foto della Supernova realizzata con un telescopio amatoriale (foto della scoperta: la Supernova, debolissima, è indicata vicino ad un trattino)

(Fonte: Marco Russiani)


 

FOTO_02 – Foto della galassia ospite (fotografata con strumenti professionali – immagine di archivio prima della scoperta)


(Fonte: Pan-STARRS1 data archive   Pan-STARRS1 Science Consortium)



 

scarica le Conoscenze di base per le Scienze della Terra (classi prime)

il progetto Radiometeore ha vinto il Concorso Orientascienza 2008

Visita il sito del prof. A. Vecchia... "Cose di Scienza"


HOME

Layout alternativi:

Default
Alta accessibilità

home / Docenti / Consigli di classe / Libri di testo / Progetti / E.C.D.L.
Biblioteca / Lab. Informatica / Lab. di Fisica / Lab. di Scienze
Stazione: IV3RZM / Attività sportive / Feedback / Links

ultimo aggiornamento .